Accettare le spine per vedere i fiori…

Si muove leggera tra alberi e erba alta.
Cerca il profumo di una primavera che stenta ad arrivare, nelle notti limpide di questo inverno insistente.
Trova fiori leggeri, piccoli e profumati
E trova spine che graffiano e incastrano.
Ma tiene gli occhi in alto
E la bocca a sorriso.
Con resistente fiducia.

WP_20180222_21_12_47_Pro (2)

quel qualcosa nella testa…

Ho un moscerino nella testa…

ronza e si sposta, tra occhi e pensieri…
Ho un moscerino nella testa che a volte non mi fa dormire e non mi fa guardare rilassata un film, la sera…
Credo ci sia entrato quella volta che sono rimasta ferma ad ascoltare il silenzio del vento…suoni indecifrabili ma così dolci, tutti nella mia testa…
Deve essere entrato dalle orecchie, succede quando immagini parole o discorsi ma soprattutto ascolti i silenzi… duri e assordanti..
Oppure è entrato dal naso
quella volta che ho sentito profumo di limoni e acqua di torrente, di erba fresca e fiori di campo
quella volta che ad annusare l’aria mi son persa nelle nuvole
O forse è entrato dalla bocca
quella volta che l’ho tenuta aperta , credendo di parlare e invece ho solo mosso i piedi
Ho un moscerino nella testa che a volte si ferma su un occhio, uno soltanto
sembra stia lacrimando ma è solo un moscerino
Altre volte si nasconde, credo scenda dietro il collo e si ferma vicino alle alucce… e quelle son le volte che più di tutte vorrei un abbraccio…
ma non arriva, allora lui si stufa e si sposta ancora…
Torna verso la gola, che inizia a pungere e a grattare… come quando ti rimane ferma una briciola di pane… e inizio a tossire
I più pensano che sia perchè fumo troppo… ma io so che è quel moscerino
Dalla gola scende ai polmoni e lì mi manca il fiato, come quando ti stupisci o quando non hai parole e se per caso risale in bocca inizio ad avere un sapore così amaro che neanche lo zucchero col caffè aiuta a toglierlo…
E quando ha ben ben scosso la giornata…
Il moscerino torna nella testa
… a volte si riposa, si addormenta… lo sento sospirare… e mi fa anche un po’ tenerezza…