il colore dei sapori…

io mangio i colori…

è un vizio che ho quando disegno o dipingo, ma devo farlo di nascosto… so che è una di quelle cose che non fa bene… quindi Mini non deve imparare da me… ne ha già imparate così tante che alcune cerco di evitarle…
dicevo…
mangio i colori, da sempre…
quando lavoro in giardino, le mani rimangono sporche di terra e piante varie…
ecco quindi che il sapore che rimane sulle mani è quello del marrone e del verde… e nella mia testa bacata, quando rosicchio un pastello o un pennarello di questi colori, o pulisco il pennello delle tempere o acquerelli… l’associazione è presto fatta
il rosso sa di caldo
il viola è dolce-acido
il giallo sa di fresco
il verde è amaro di quell’amaro che “sciacqua la bocca”, a tratti piacevole
il blu sa di pulito zuccheroso, a volte nauseante
l’arancio a volte è aspro altre più dolce
il bianco fa l’effetto “legadenti”, un po’ fastidioso
e il nero, il più delle volte, mi rimane sullo stomaco