tempo perso…

A volte ho la sensazione di perdere tempo…

Quando devo stare dietro ad una scrivania mentre vorrei camminare per boschi e stradine di campagna
Quando mi fermo imbambolata e nella testa scorrono frasi tipo… ” devi andare lì e prendere quello, non dimenticare quest’altro, ricorda quella cosa lì, segnati che bisogna anche fare quest’altra…” e magari dall’autoradio esce una musica bellissima e io me la perdo…
Ho la sensazione di perdere tempo prezioso…
Quando mi fermo a rimuginare cosa avrei potuto dire a chi è stato indelicato con me
ma ormai è tardi, sono in ritardo sui tempi comici ( o drammatici, dipende) e non avrebbe senso proferire parola.
Quando mi ritrovo ad inventare sogni di cartapesta, che con occhi di bottone mi guardano e mi ingannano, per l’ennesima volta…
Mi sembra di sprecare tempo prezioso
Dietro a chi dice e non fa
Promette e non mantiene
Chiede di esserci e poi se ne va
Quando mi rompo le ossa a faticare dicendomi “celafaccio,checcavolosecelafaccio!
Poi…
poi mi ricordo che infondo io al tempo non ho mai dato tutta questa importanza,
che mi perdo spesso ma so dove voglio andare, solo che a volte faccio un giro più largo perché mi piace camminare
che se do importanza alle persone che mi sfiorano è solo perché l’essere umano mi è sempre piaciuto, anche quando fa cazzate e questa è una cosa della quale vado fiera
che il mio tempo è un bastimento carico di sogni, ben piantati a terra ma rivolti all’inlà, all’inpoi e all’insù,
che la cartapesta si colora a meraviglia e i bottoni son perfetti per dare uno sguardo alle cose…
che se non riesco in qualcosa non muore nessuno, tanto meno io
che non sono io a perdere il tempo ma è lui che perde me, quindi è un problema suo
perché io non perdo nulla…
semplicemente
occasionalmente
non trovo le cose…