chissà come stanno realmente le cose….

Chissà cosa succede al sole quando scende e vede la luna salire dall’altra… chissà se sorride nel vederla un attimo oppure è triste perché non può starle di fianco…

Chissà come si sente il fiore quando chiude i petali la notte… magari lo stelo, all’interno, sfrigola tutto… un po’ per i brividi di fresco che arriva, un po’ per il riposo che aspettava…

Mi immagino le gocce d’acqua, quando apro il rubinetto:

“ Ehi! Tocca a noi!… UUUUUUUHHHH…!” e scendono veloci, come i bambini sugli scivoli in piscina…

E il cuscino, quando al mattino ci si alza dal letto… secondo me di nascosto si stiracchia, magari lo fa anche il divano quando gli amici si alzano per andare a casa..

E i piedi?… non li sentiamo ma secondo me, per strada si salutano tra loro e quando siamo fermi in mezzo alla folla, il brusìo che si sente arriva anche dal basso…

Pensavo che quando al mattino mi sveglio con la stessa acconciatura di un Super Sayan è solo perché nel silenzio della notte loro chiacchierano e fanno festa per i fatti loro..

Anche gli occhi parlano… me ne accorgo quando non riesco per nulla al mondo a tenere la testa dritta di fronte a qualcuno, per mille motivi diversi… lì… in quel momento li sento sospirare, imprecare, ridere…

E il cuore… io credo proprio che cambi forma ogni volta che accade qualcosa… perché quando pizzica, insieme ai polmoni che smettono di muoversi, lo sento stringersi un po’e sento un groviglio di rovi… e quando Mini mi salta in braccio e mi bacia… ecco, lì mi pare di avere un castello morbidoso in pieno petto…