IN GIARDINO….

eccomi qua…parte la bella stagione e io… piedi nudi e senza guanti mi lancio in giardino… tra i fiori, le formiche e il resto…

il mio ( com’è ovvio) è un giardino spettinato, con fiori e piante messe alla rinfusa, con poco senso per gli occhi della maggior parte delle persone che lo guardano, proprio un bel casino da vedere!

Poi, mi hanno fatto notare che è il MIO giardino, un casino ma colorato, con mille particolari da guardare, cose nascoste tra i cespugli… ed è vero… è proprio fatto come me.

Quindi ieri mi son fermata e l’ho contemplato con occhi ancora differenti rispetto ad un paio di settimane fa…

Ci sono un bel po’ di fiori, alcuni proprio belli, alcuni acquistati e altri ereditati dalla mia famiglia, portati qua dalle case di tutti gli altri… è un bel pezzo di giardino genealogico!

… e poi ci sono erbacce, o almeno cose che assomigliano ad erbacce… che non riesco ad estirpare come si dovrebbe fare ( così dicono)… ma perché non ci riesco?

Perché quando le scopro, tra le altre piante, ho sempre un po’ di timore possano essere qualcosa di bellissimo e rischierei di perdermele!

Ad una prima occhiata non sono belle da vedere… ma se col tempo tirassero fuori dei fiorellini carini come piacciono a me?

Ecco che torna, sempre troppa fiducia, troppa speranza… perché poi alcune di loro rischiano di soffocare altri fiori che per me son preziosi… allora mi arrabbio, ci litigo ( ho la capacità di litigare furiosamente con le piante…) e decido che è ora di farla finita.. ma tanto non le porto via come dovrei… perché il dubbio rimane e a volte mi frega!

Ci sono persone che sono come le erbacce del mio giardino… che non riesco a vedere veramente e profondamente come erbacce… sento che in fondo potrebbero essere delle persone meravigliose ma hanno delle maschere talmente grandi che se si potessero mangiare avremmo risolto per sempre la fame nel mondo!

E ci credo, sempre… e quindi restano intorno a me… perché sono in grado di avere delle attenzioni così delicate e particolari ( e io che nei dettagli ci sguazzo come un’anatra nel laghetto più bello…)  che sono sicura possano essere altre…. poi sanno scivolare come pietroni giù per la montagna che fanno valanghe e disastri e vittime… e io nonmelosospiegare ( o forse sì) e non ci posso credere…

Io non credo riuscirò mai a disfarmi delle erbacce tra i fiori, ma devo imparare a gestirle ed evitare che facciano male al resto… dovrei dare loro il giusto posto… e se fioriranno come piace a me… sarò sempre in tempo per spostarle più vicino al centro e ammirarle come gli altri fiori… ma se non dovessero fiorire….

Per ora rimango amaramente delusa… perché in fondo me la sono cercata! quindi un po’ mi faccio male da sola ed è vero quando una personcina deliziosa mi dice “…se decidi di amare ti assumi la responsabilità di rimanere delusa..”

Niente… tocca pigliarsi anche questa di responsabilità….

Annunci