Di aperture, chiusure e di stare a guardare…

Siamo porte.

Ci apriamo al mondo spalancando le braccia o con l’accenno di un sorriso e lo sguardo nascosto dietro lo stipite.

Ci chiudiamo a doppia mandata per non fare entrare il freddo, sistemando a terra stracci e coperte per parare gli spifferi, che nulla entri e nulla possa uscire.

Per entrare alcuni bussano, piano piano, già al di là del legno, con discrezione e delicatezza, nonostante la vicinanza.

Altri suonano il campanello, sono ancora qualche metro più in là ma il loro arrivo scuote e sveglia, a volte fa stare sul chivalà, altre fa scoppiare di gioia.

Siamo finestre.

Attraverso il vetro guardiamo il mondo e ci facciamo osservare

Ci spalanchiamo per far entrare il fresco che cambia e dà respiro all’interno,

Ci chiudiamo con persiane, tapparelle e scuri

facendo buio dentro, trasformandoci in un muro.

Inferriate e zanzariere permettono l’apertura più ampia

ma con il controllo e la selezione di cosa o chi può passare oltre

Alcuni hanno tende colorate e delicate, che filtrano la luce in entrata, dandole sfumature tutte personali.

Alcuni lasciano il vetro libero, entra tutta la luce possibile, senza filtri, senza trasformazione

intenti ad accogliere quello che arriva, prendendolo per quello che è, assorbendo la luce come le spugne con l’acqua.

A volte chiudiamo tutto ma senza bloccare e basta un vento un po’ più forte

tutto si spalanca, improvvisamente, rischiando di buttare in aria la stanza.

Porte e finestre

una parte all’interno e una verso l’infuori 

in costante indecisione tra il lasciare o il trattenere.

 

Siamo porte e siamo finestre e unite da muri diamo forma a costruzioni meravigliose…

wp_20170110_20_04_20_pro-2

… quale sarà la mia… quale sarò io… ?

Annunci

58 pensieri su “Di aperture, chiusure e di stare a guardare…

  1. Che bello leggere questo post, mettersi poi il pigiama e andare a dormire (perchè sono stanco morto). Io vorrei essere quella porticina gialla in alto a destra. Forse ci entro se porto dentro la pancia…e a te ti faccio entrare 😘😘😘

    Liked by 1 persona

  2. Tanto lo so che se pure tiri la tenda davanti le finestre, quella tela sarà un caleidoscopio di colori, un crocicchio di forme, un bellissimo disegno per chi vorrà e saprà vederlo. Per tutti gli altri, una tenda tirata: non è in casa.
    Ma FaTati è una fata e se vuoi vederla, devi credere alle fate.

    Mi piace

  3. Quell’indecisione tra il lasciare e il trattenere, quante verità.
    Guardando le tue deliziose porte e finestre viene solo voglia di aprirle e far entrare ospiti e aria fresca! Parole e disegno si completano meravigliosamente. C’è poco da fare, da sempre leggerti e sostare nel tuo blog mi fa sentire in un’atmosfera fatata e non passa mai…

    Mi piace

    • Grazie meringhetta mia!❤️
      Alla fine siamo così, chi porte spalancate, chi finestra serrata con persiana tapparella e tendone all’interno e tra le due… Mille e mille sfumature , tra la voglia di aprire e quella di chiudere… E in bilico tra un mondo interno e uno al di là del muro che fa da cornice 😉

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...