mi è stato chiesto cos’è la felicità…

… è una bolla di sapone, grande abbastanza per riflettere gli occhi che la guardano

… è una chiacchierata di un’ora scarsa, con un’anima buona, per la quale fai un’ora di macchina che non pesa affatto ma rende sorridenti

… è il cuore che batte all’unisono con lo stomaco, improvvisamente

… è la faccia arcobaleno, per la gioia e la paura insieme

… son le fusa di una gatta che ci ha messo quindici anni a fidarsi, vivendo selvatica e un po’ malandata ma nell’ultimo mese ha imparato che le mani non solo picchiano ma sanno essere dolci, attente e premurose

… è l’aria fresca del mattino di settembre, dopo una nottata corta, che sostiene e continua il lavoro di una sveglia maltrattata

… è musica che torna a farsi ascoltare, in silenzio e ad occhi chiusi

e non è meraviglioso tutto questo?

Certo che sì!

poi…potrebbe anche succedere che…

le bolle scoppiano, la chiacchierata finisce e bisogna salutarsi proprio sul più bello, la paura si fa un po’ più grande rispetto alla gioia, la gatta deve essere accompagnata per l’ultimo viaggio, a mezzogiorno nonostante sia settembre pare agosto in Sicilia, la musica viene interrotta dal telefono e da richieste fastidiose e assurde…

Ma…

Le bolle si rifanno, oppure gli occhi si guardano dal vivo e non solo riflessi

Ci si saluta con un caldo abbraccio ben sapendo che sarà “alla prossima volta”

Oggi hai una maglietta bellissima quindi va bene anche portarla in giro fiera e poi arriverà la sera e sarà di nuovo tempo di maglioncino

Se ti impegni puoi prendere la paura, arrotolarla, guardarla in faccia e spernacchiarla, perché va bene tutto ma non farsi rovinare il tempo da quella nube grigia

La gatta ha smesso di stare male e ha potuto sentire il calore di una coccola e di un abbraccio e questa è stata una bella vittoria

Metto “pausa” e poi “replay” e quella musica la ascolto ogni volta che voglio…

Ecco,

non è facile essere felici ma vale la pena tentare.

 

 

anche i muri sanno essere felici
anche i muri sanno essere felici

 

“… seduto rimane a guardare e sente il miracolo vicino, arriva un sorriso diverso insieme al mattino e veste col raggio del sole un giorno nuovo…”

Annunci

72 pensieri su “mi è stato chiesto cos’è la felicità…

    • bisogna fare attenzione ai “ma”… hanno sempre qualcosa da dire… li si ascolta e si prende quello che è utile…
      questi “ma” bisogna tenerli stretti per non far scappare quelle piccole lucine di felicità 🙂

      Mi piace

    • È imparare quel sentire… Credo sia un po’ come acchiappare farfalle ( no, è un esempio che va bene solo perché son difficili da prendere ma poi no… Maledizione ho sbagliato!) mi hai capita vero? 😉

      Mi piace

  1. Ah, la canzone fa un po’ sagra, no? (Ecco, le sagre sono una delle cose che mi mettono più tristezza, quella profonda che arriva fino al centro e ti apre come un’anguria. Ma vabbè, son fatto proprio male 😮 🙂 )

    Mi piace

  2. belle le immagini di parole e ottimo lo spirito che le sostiene, quella determinazione a non farsi abbattere (niente di più triste che essere attraversati da una piccola felicità e non accorgersene perchè troppo impegnati a piangersi addosso)
    ml

    Mi piace

    • ho dovuto davvero portare questa splendida gattona malata dal veterinario, ieri… uno strazio… e mentre tornavo a casa ho pensato che sì, troppo spesso si passa una vita da selvatici solo per la paura, si resta arrotolati e distanti quando credo che un po’ di affetto ci sia per tutti, bisogna fidarsi anche rischiando altre “botte”… ma arriva… ecco… una consolazione sapere che lei l’ha provato… un po’ di tristezza che l’abbia provato solo verso la fine ma almeno ha anche imparato a fare le fusa 😉

      Liked by 1 persona

        • è stata circondata da angeli, tra l’altro… mia sorella, mia madre e mio padre, io e Mini… che la spazzolava facendola felice, che la coccolava e mi diceva ” sai, mi si stringe un po’ il cuore… poverina… però sì, almeno adesso un po’ di coccole le prende…”
          Quindi lo si trova l’affetto in giro, quando meno te l’aspetti… ne sono certa… fosse anche a piccole dosi, c’è e bisogna imparare a vederlo… e gioirne
          eccheccavolo! possiamo mica crogiolarci tutta una vita!?… ‘fanculo alla “valle di lacrime!”

          Liked by 1 persona

  3. “… è una chiacchierata di un’ora scarsa, con un’anima buona, per la quale fai un’ora di macchina che non pesa affatto ma rende sorridenti” Ho come la sensazione di sapere di chi parli 😉 Direi che in queste giornate frenetiche e piene di paure e di dubbi un post del genere non mi da la felicità, perchè sarebbe troppo facile così, ma mi fa sperare che posso accarezzarla. <3. Ps. Ormai io e te connessi ovunque e …… attenzione a coluichenondeveesserenominato 😀

    Mi piace

    • io te, quasi riunificati come fratelli separati alla nascita ( devo solo imparare a mettere le calze uguali!)…
      La accarezzerai, tesoro mio la accarezzerai… devi solo fare un bel respiro, io ti tengo la mano ( che grande com’è devo usare tutte e due le mie!)… vedrai che arriva…
      ho deciso che voglio nominare solo più cose Belle! 😀
      ( però tu stammi accanto che poi io mi perdo 😉 )

      Liked by 1 persona

  4. E’ il suono delle tue parole, oltre al significato, a conquistarmi. Hai il dono grande di dire cose grandi e importanti con la massima naturalezza. Con delicatezza e garbo. E tutto ciò che dici appare un po’ fatato…mi fai sempre questo effetto, ed è davvero bello!!! un abbraccio grande da meringhetta 😉

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...