a membrodisegugio sulle promesse…

 

“Marmy!… posso prendere un gelato? … eh? Ddddaaiiiiiii, è l’ultimo che ti chiedo, lo giuuuuuuroooooo!”

Ecco…ci risiamo…Ogni richiesta ha in cambio una promessa fasulla, uno scambio tarocco.

Ogni volta, lo so che non sarà così

Lo scarto alla fine lo fa la richiesta : un gelato a trentacinquegradi all’ombra, per merenda, può avere un senso; se lo chiedi alle otto del mattino come colazione, nemmeno la luna in tasca aiuta ad ottenere quello che vuoi.

” se mi lasci andare a giocare, giuro che domani faccio sei paginedicompiti!”

” se mi prendi le figurine, prometto che a cena mangio l’insalata”

” se mi lasci guardare la fine di questo cartone, giuro che mi lavo e vado a dormire in un lampo!”

Son promesse bambine, perché si impara da subito che non si riceve niente per niente, è un continuo scambio di attenzioni, di favori, di presenze, di mani tenute e tasche in cui nascondersi…

Si inizia con uno scambio, con promesse da marinarettobambino e poi si dovrebbe capire la sottile differenza tra quelle parole, espresse per ottenere qualcosa, e il semplice, limpido e onesto “dare e ricevere”, lo scambio dell’esserci, la condivisione, il venirsi incontro, lo starsi accanto, fatto di passi verso l’altra persona perché si sa che quella persona è lì anche per te… così si fa, così dovrebbe essere…

Purtroppo, anche da grandi il cassetto delle promesse è enorme, senza scegliere con cura quelle due o tre sincere e oneste, lo riempiamo di parole a vanvera, urlate nei momenti migliori, senza ragionare, senza pensare che infrangerle è come uccidere una persona, che non mantenerle, crea un solco con fossato e coccodrilli, senza ponte levatoio…

prometto di esserti fedele sempre” SBAM!

Fare una promessa, esprimere un’intenzione è come mettere qualcosa nel piatto: non puoi pretendere che la persona non mangi, soprattutto se la promessa pare buona, dolce, invitante…

nella gioia e nel dolore“… ( nel senso che io ti do la mia gioia e tu un bel pacco con fiocco di dolore?)… SBAM! SBADABAM!

Promettere implica il desiderio forte di fare una certa cosa, vuol dire metterci tutte le energie possibili per realizzarla, si può fallire certo ma bisogna impegnarsi sul serio, altrimenti è meglio non promettere e tentare in silenzio, senza troppe parole o discorsi vani.

è l’ultima volta lo giuro“…

Ho smesso di promettere da un po’, a meno che non sia certa, sicura, convinta di quello che dico…

Ci vogliono le energie giuste per mantenere le promesse e in questo momento ne ho proprio poche

Una sola credo valga la pena di essere espressa, ora… e per questa le energie le devo assolutamente trovare…

… Prometto di essermi fedele sempre di regalarmi quattro fiori in più e di pagare tutto il mio riscatto perché alla fine non lo faccia tu

Prometto di puntare un’orizzonte e di portarci il verde della mia banda

Prometto di sentirmi meno solo che soli non è come Dio comanda

Prometto di proteggere i miei occhi dagli antichi fasti della tua assenza perché la vita è dove puoi guardare e tutto il resto è riconoscenza

Prometto di pagarmi gli alimenti….

 

Annunci

72 pensieri su “a membrodisegugio sulle promesse…

      • Questo tuo post mi fa ricordare una cosa che ho scritto l’anno scorso, quando ancira non ci conoscevamo.
        Te ne copio qui un pezzetto, se non ti dà fastidio.

        ” Ho compreso che le frasi “per sempre” e “non farò mai” sono tanto teoriche quanto irrealizzabili. L’assoluto non esiste, siamo creature fallibili, a volte ingorde, frettolose e inconsistenti, dobbiamo accontentarci del compromesso, dei colori sfumati, del “più che potrò” e del “farò del mio meglio”, dobbiamo mediare ogni giorno tra i nostri desideri e ciò che la sorte è davvero in grado di offrirci, tenendo a mente che l’inganno è solo in parte vita e prima o poi tutti dovremo confrontarci con i nostri sbagli.

        Il vero grande errore è l’incapacità di comunicare un disagio, un bisogno di attenzione, un personale senso di solitudine a chi ci sta accanto, è la sfiducia nelle doti di ascolto e comprensione dell’altro ed è il pensare di risolvere ogni problema dando un colpo di spugna alla vecchia vita, ricominciare da capo fuggendo, dimentichi del cumulo di macerie che ci si lascia alle spalle.

        Mi sono resa conto che fino a poco tempo fa non avrei mai detto cose del genere, anzi mi sarei infuocata di sdegno ed indignazione pasionaria, sarei stata tra quelli che puntano il dito e sputano sentenze con voce astiosa.

        Questo mi lascia perplessa, mi fa sentire irrisolta, perennemente in costruzione e senza certezze.”

        Mi piace

          • Assolutamente no, tradirsi è un attimo, sentirsi in colpa per non volerlo fare un altro lampo… Non è per nulla facile… Ma a dirlo ad alta voce, le cose prendono maggiore consistenza, quindi bisogna impegnarsi

            Liked by 1 persona

              • Anche io ne son convinta.
                È una strada difficile ma credo ne varrà la pena, per quanto spesso possa sembrare una strada egoista ma è in realtà tutto il contrario : non si può stare bene con gli altri se non si sta bene con sè… Quindi mi devo voler bene e fare di tutto per non tradirmi, proprio per essere veramente onesta anche con gli altri

                Liked by 1 persona

              • Sì. Chiarissimo. Ed è bene ripeterselo, “a voce alta”, come dici tu, di tanto in tanto. Non smettere mai di guardarsi e interrogarsi. L’ironia della canzone è profonda dolcezza, affettuosità e cura di sé. Ce lo dobbiamo. Non è un cammino facile (troppo spesso tradiamo quel “falso egoismo”, come giustamente lo chiami, in favore di “autenticamente falsi” altruismi, o ci si annichilisce per lasciar espandere oltre misura la sfera dell’altro… – ho sempre in mente, come primo esempio, il rapporto di coppia), ma va intrapreso.
                Una canzone piacevole, apparentemente sbarazzina, parole leggere, ma vere e sentite, sanno essere d’aiuto.

                Mi piace

  1. Eh ma sono solo parole, vengon fuori così facili… Però possono togliere la terra sotto ai piedi di chi ci crede, e allora un po’ di prudenza ci vorrebbe, eccheccavolo, già non puoi garantire per gli imprevisti che non dipendono da te, una promessa vuol dire lottare con tutto te stesso per mantenerla… Sei debole? Allora non promettere…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...