… perché poi…

 

Puoi raccontarti tante favole, fare sogni e costruire castelli sulle nuvole…
muoverti con speranza e la faccia arcobaleno, sperando che qualcuno metta un bel tesoro proprio dietro il collo…
Ma il fatto è …
che alla fine, nessuno si metterà in mezzo, tra te e quel folletto arrotolato che sei…
Quindi… le parole che cerchi…  devi dirtele da sola…
e allora…
si comincia…

 

“… devi guardar le ferite, se hai già provato le ortiche… riconosci la seta…”

Annunci

10 pensieri su “… perché poi…

    • un pochino sì… è un po’ l’idea per cui ogni relazione, di qualsiasi tipo, dall’amicizia all’amore di coppia così come per i figli, non può essere costruita sui propri bisogni… non posso avere bisogno di te ( e tu di me) per sentirmi bene… condivido il sentirmi “meglio” ma non posso volere qualcuno che mi faccia sentire in un modo stupendo al di là di me…
      Io sono alla fine l’ultima che vedo la sera e la prima al mattino… e ho il diritto e dovere di farMI sentire bene e apprezzarmi… non devo cercare questo… al di fuori… no?

      Mi piace

        • grazie… e anche i piccoli… non possono essere quelli che ” ci riempiono le giornate e la vita intera…” non so, questo tipo di affermazioni mi lascia sempre senza fiato… un po’ disgustata… non riesco a comprendere…
          Io son la prima che nei momenti in cui la casa è vuota… mi manca il fiato… e non è semplice… ma è un problema MIO e solo mio… non può quella difficoltà essere driblata ( e qua entra in gioco agnesecolpoditacco… sto imparando anche termini tecnici, vedi te…) dalla presenza di qualcuno… ecco… tutto qua 😉
          A qualsiasi livello, non condivido molto le relazioni come riempimento… o come ” completarsi”…
          ( che poi sia complicato mettere in pratica questi pensieri… non c’è dubbio… ma tenerli a mente non fa male

          Mi piace

          • ah complicatissimo guarda! si colpo ci aiuta molto nella terminologia eh!
            si perchè ognuno deve proseguire la propria strada, magari incrociando la nostra e si possono fare pezzi piacevolmente insieme… ma poi anche i piccoletti devono volare da soli, e sbagliare da soli e trovare ciò che vogliono da soli… mamma mia che fatica! però è così!

            Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...