… ecco… una ha le parole in gola… e “a caso” saltano fuori…

Music For Travelers

Sono stato in silenzio a lungo
nascosto sotto tutta questa polvere
sono lo sporco che vorresti raccogliere sotto il tappeto
sono l’innominabile che viene evitato nelle discussioni di famiglia
ma guarda che quando mi alzo in piedi
faccio la stessa quantità di ombra che fai te
la mia forse è meno nitida
ma ho gli occhi stanchi
e allora non temo risata
e neanche lo scherno lasciato cadere come monete sul bancone
posso appoggiare un ginocchio a terra
senza per questo essere penitente
o sottoposto
sto solo trattenendo il fiato
mentre questo sole
continua a bruciarmi la schiena
fino a lasciarne svolazzare brani di pelle
e sotto la cauterizzazione sarà completa.
ma ricorda che la mia stretta
è uguale alla pressione che ho sulla schiena
O nello stomaco
Perché l’ironia è il grande sole bollente fuori
e il temporale che sento all’altezza dell’esofago.
Perché, io, non temo di scavarmi i…

View original post 85 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...