Sipario…

… si accendono le luci di un nuovo giorno e il palco è tutto tuo…

… devi decidere se intrattenere il pubblico con un drammone, una commedia, uno spettacolo di mimo…

… un bel respiro, chiudi gli occhi, raccogli pensieri ed emozioni e….

… si va!…

… al centro del palco… il legno sotto i piedi nudi… un faro illumina la scena … ma non è dritto su di te…

… non riuscirebbe mai a prenderti … tu sfuggi al faro centrale… preferisci essere illuminata poco… chi ti vuole vedere deve impegnarsi un po’…

… il tuo tempo è uno spettacolo splendido… quando perdi le parole muovi i piedi… ( sembra strano ma capita spesso di perdere le parole…)

… dalla platea un po’ di sguardi ci sono,  nontelaspettavi e invece eccoli lì…  persone interessate a vedere cosa combini… nonostante tutto

… c’è chi ride, c’è chi piange, chi s’annoia e guarda il telefonino, chi è lì e s’aspettava lo spettacolo di un altro quindi chiacchiera col vicino…

… e tu, che sei lassù, sai che ci sono ma non li vedi tutti… e ti senti comunque al sicuro…

… lassù… su quel palco ti è concesso  fare quello che vuoi e con il tempo stai imparando a curarti un po’ meno del pensiero altrui ( senza esagerare però, l’ansia di cosa pensano, se lo spettacolo piace… ovviamente c’è…  a volte è un’emozione che sprona a fare meglio… )…

… tra musiche per bambini, cartoni animati, tastiere e monitor, qualche balletto qua e la, costumi da supereroi , padelle che volano, lavatrici avviate, roba stesa e stirata, orto e giardino, macchina in corsa verso mete quotidiane… passa il tempo e lo spettacolo arriva alla fine…

… musica finale… si chiude il sipario, la luce del faro scende e si fa buio….

… la platea applaude e questo è confortante… anche oggi ho fatto la mia porca figura!..

… e ora?…

… tutti tornano alle loro vite… ai loro spettacoli personali… e tu?…

… assapori il legno sotto i piediniballerini… ancora due passetti mentre la musica arriva alla fine…

… ancora due note, due saltelli, da sola… anzi… c’è la musica che tiene compagnia… ancora per un attimo…

… poi ti siedi, al buio a guardare davanti….

… il teatro è vuoto… e quel vuoto ti pare immenso… ogni volta, per il momento di un sospiro, non sai nemmeno se esisti davvero… senza nessuno dall’ altra parte…

… teatro vuoto e musica spenta… e in quel vuoto il cuore sembra una grancassa dal rumore che fa…

… c’è un piccolo momento in cui tutto questo “nulla” pare un abisso….

… poi… raccogli i pensieri ( sempre lì e che aiutano tanto)… scovi i più belli che hai, di sorrisi e risate, di parole e di sguardi… ne fai una coperta morbida… ti sdrai e chiudi gli occhi…

… e lo spettacolo continua…

palco

Annunci

4 pensieri su “Sipario…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...